You are currently browsing the category archive for the ‘Antipasti’ category.

grissini gusto pizza

300 gr di farina140 ml di vino
70 ml di olio di semi (io ho usato mais)
30 gr di concentrato di pomodoro
1 cucchiaio di insaporitore per sughi al pomodoro Ariosto
origano
un pizzico di sale

Accendere il forno a 200°.
In un robot con le pale mettere tutti gli ingredienti tranne il vino e azionare unendo il vino dall’imboccatura, fino ad ottenere una palla liscia e omogenea, morbida ma non appiccosa.
Lasciar riposare la pasta per qualche minuto quindi stenderla in un rettangolo delle dimensioni dello stampo (il mio è questo) dopo averla posizionata tra due fogli di cartaforno. Premere con cura lo stampo in modo da incidere bene la pasta e poi trasferirla con il foglio sottostante sulla teglia. Cuocere per 20 minuti più 5-6 di grill. Far raffreddare su una gratella.

Ricetta tratta da Bucataria mea-La mia cucina

Annunci

Torta porri e gamberetti1

500 gr di pasta di pane
250 gr di pomodori maturi ma sodi
200 gr di gamberetti
200 gr di feta
50 gr di emmenthal grattugiato
3 cucchiai di olio evo
2 porri
2 cucchiai di parmingiano grattugiato
1 noce di burro
sale e pepe

Scottare i pomodori in acqua bollente, pelarli, eliminare i semi, ridurli ad una dadolata e porli in un colino per almeno 30 minuti.
Affettare sottilmente i porri e stufarli dolcemente, in una padella coperta, con 3 cucchiai di olio e una noce di burro per 10 minuti quindi scoperchiare e cuocere altri 5 minuti facendo asciugare.  Cuocere i gamberetti a vapore, sbriciolare la feta e amalgamarla all’Emmenthal grattugiato. Ungere, con olio o usando lo staccante, uno stampo a cerniera (un diam 18 verrà alta come in foto; diam 22 stesse dosi ma più bassa), stendere la pasta e foderare la teglia, versare sul fondo il mix di formaggio, sopra distribuire i porri e infine i pomodori. Cuocere in forno caldo a 200° per 20 minuti quindi disporre i gamberetti e spolverizzare con il formaggio grattugiato rimettendo il tutto in forno per altri 5 minuti. Servire subito ben calda.

Rotelle con patè di olive e grana

1 rotolo di pasta sfoglia
90 gr di patè di olive verdi
4 cucchiai di parmigiano grattugiato

Accendere il forno a 200°. Spalmare il patè sulla sfoglia stesa, distribuire uno strato uniforma di formaggio e arrotolare stretto aiutandosi con la carta.
Tagliare delle fette spesse 1 cm e poggiarle delicatamente su una teglia coperta con cartaforno. Cuocere in forno caldo per 20 minuti, per farle colorire meglio si possono passare qualche minuti sotto al grill.

Babaganoush

Melanzane
Tahini
sale
olio evo Dante
limone

Portare il forno a 200° e intanto lavare e spuntare le melanzane, dividerle a metà e inciderne la polpa formando un motivo a grata, poggiarle con il dorso verso l’alto, su una teglia coperta con cartaforno.
Cuocere circa 40 minuti, dipende dalla melanzana, deve risultare morbida e ben cotta al punto da poter essere schiacciata con la forchetta. Togliere le melanzane dal forno e privarle della buccia, spostando la polpa in un colino o scolapasta, premere leggermente o tamponare per far uscire l’eventuale eccesso di acqua.
In una ciotola mettere la polpa di melanzane con sale un cucchiaio di tahini e del succo di limone e cominciare a mescolare aiutandosi con una forchetta e con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere un composto omogeno. Regolare di sapore i vari ingredienti. In alternativa si può passare il tutto in un robot con le lame a intermitttenza per pochissimi secondi. Unire un cucchiao d’olio e riporre in frigo fino a poco prima di servire. Servire fresco ma non freddo di frigo accompagnandolo con dei  crostini

Con vero piacere partecipo al contest di Ostriche sulle melanzane.
Le melanzane sono una delle poche verdure che mangiavo anche da bambina, adoravo come le faceva mia nonna, impanate e fritte, certo.. come giustamente mi diceva “anche una suola da scarpe è buona fritta!”
Negli anni però ho imparato ad apprezzarle non solo fritte ma anche cucinate in modi diversi; sono rimasta piacevolmente colpita quando ho scoperto di poterle usa come “base” per delle versatili pizzette oltre alla classica parmigiana.
Questa ricetta è stata per me una scoperta non tanto per come la melanzana viene cucinata, ossia al forno, quando per l’abbinamento con la salsa Tahini che non avevo mai provato, fantastico!

FiRQfGQ

Fagottini di zucchine e pollo

Dose per 7 fagottini:

28 fette di zucchina
1 petto di pollo
250 gr di Philadelphia
14 pomodori secchi Life
aglio in polvere
erba cipollina
basilico tritato e in foglie
1 pomodoro cuore di bue grande
sale,pepe

Con una mandolina o un affetta formaggio ricavare 28 fette lunghe da zucchine di medie dimensioni (le grandi hanno troppi semi e si rompono, le piccole vanno bene ma vengono fagottini molto piccoli), in una ciotola ammorbidire con la forchetta il Philadelphia, unire aglio, erba cipollina e sale, mescolando bene. Appoggiare le fette di zucchina su un pezzo di cartaforno a stella (come due X alternate), al centro disporre fettine sottili ricavate dal petto di pollo, sopra un generoso cucchiaino di formaggio, un bel pizzico di basilico tritato e a completare due pomodorini secchi, meglio se uno più piccolo dentro uno più grande. Chiudere i primi “petali” verso il centro in modo da formare un fagottino e, aiutandosi con la cartaforno, chiudere con cura il cartoccio. Appoggiare con la parte della chiusura della carta verso il basso, il cartoccio su un cestello di una vaporiera quindi una volta completati i 7 fagottini chiudere e cuocere 10 minuti. Spegnere e lasciar raffreddare.
Servire a temperatura ambiente o freschi, ma non freddi di frigo, su fette di pomodoro (leggermente salato un attimo prima di impiattare),  decorare con foglie di basilico fresco, una grattata di pepe e volendo un filo d’olio.

Torta salata minestrone e philadelphia

750 gr di minestrone leggerezza Orogel
200 gr di Philadelphia
2 uova
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
1 rotolo di pasta sfoglia
1 cucchiaio di olio evo Dante ConDisano
sale e pepe

In una padella scaldare 1 cucchiaio d’olio quindi unire la busta di minestrone, ancora surgelato, salare, aggiungere 1 bicchiere d’acqua calda  e coprire, cuocere a fuoco medio, mescolando di tanto in tanto, finchè le verdure risulteranno cotte ma croccanti, circa 10/15 minuti; verso fine cottura, scoperchiare in modo che l’eventuale acqua in eccesso asciughi. Portare a temperatura ambiente.
Accendere il forno a 180°, in una ciotola ammorbidire il Philadelphia con la forchetta, unire 2 uova il formaggio grattugiato e regolare di sale e pepe. Unire al composto di formaggio le verdure, mescolare bene e disporre il composto su una sfoglia, precedentemente srotolata e posta in una tortiera (la mia diam 22). Ripiegare i bordi verso l’interno e infornare per 40 minuti o finchè non risulti gonfia e cotta, leggermente colorita.
Servire tiepida o a temperatura ambiente.

Torta salata spinaci carote e gorgonzola

2 sfoglie integrali Buitoni
1 kg di spinaci (anche surgelati)
1 kg di carote
300 gr di gorgonzola cremoso
olio evo Dante ConDisano
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
sale
aglio, spicchio o in polvere

Cuocere le carote a vapore finchè saranno tenere quindi frullarle con due cucchiai di olio e regolare di sale. Lasciar intiepidire.
Scaldare l’olio in un tegame assieme all’aglio, unire gli spinaci cotti e strizzati con cura e cuocere mescolando spesso per far perdere l’eccesso di umidità. Tritare, a coltello o con una mezzaluna gli spinaci ma senza ridurli in purea, unire il formaggio e tenere da parte.
Posizionare la prima sfoglia nella tortiera (la mia diam. 25 cm) versare sul fondo il composto di carote, distribuire il gorgonzola diviso a pezzettini e completare con gli spinaci premendo leggermente in modo da compattare il ripieno. Ritagliare una griglia (io ho questo attrezzo fatto apposta) e posizionarla sulla farcitura, ripiegare i bordi della prima sfoglia e cuocere a 180° per 35 minuti poi 3-4 sotto al grill.  Sfornare a lasciar intiepidire nello stampo quindi sformarla in modo da lasciarle disperdere l’umidità. Servire tiepida o temperatura ambiente.

Capesante con maionese allo zafferano e rucola

A persona:

30 gr di rucola
3 capesante
1 cucchiaio scarso di maionese
zafferano
olio evo Dante ConDisano
sale, limone

Condire la rucola con olio, sale e limone e impiattarla.
Stemperare una busina di zafferano con poche gocce di acqua bollente quindi unire la maionese (200 gr per una bustina, dose per 4 persone). Scaldare bene una padella con un paio di cucchiai di olio e cuocere le capesanete due minuti per parte. Prelevarle velocemente e infilzarle su uno spiedino, adagiarlo sulla rucola e servire subito.

Aumentando la dose si ottiene facilmente un secondo con contorno.

Pomodoro, mozzarella e melanzane grigliate

Per due persone:

1 melanzana grigliata
2 mozzarelle di bufala
2 pomodori ramati
4 cucchiai di olio evo Dante ConDisano
origano
basilico
aglio
sale e pepe

Tagliare a fette il pomodoro e la mozzarella, disporli alternati alla melanzana grigliata. In un barattolino mescolare olio, origano e basilico tritati, sale e pepe. Distribuire con un cucchiaino sul piatto composto e decorare con foglie di basilico fresco.
Servire fresco ma non freddo di frigo

NB: per una presentazione d’effetto, scegliere i tre ingredienti di dimensioni simili in modo che le fette risultino più regolari e omogenee possibile.

Torta salata ricotta e zucchine con brisè senza burro

1 confezione di borlotti cotti (230-240 gr l’una)
100 gr di farina integrale
50 gr di farina 00
1 cucchiai di olio di semi di mais Dante
sale, erba cipollina
250 gr di ricotta
2 zucchine
1 uovo
1 cucchiaio di olio evo Dante ConDisano
parmigiano grattugiato
sale,pepe

Lavare con cura i fagioli e porli in un mixer con le lame frullandoli fino a ridurli in una pasta fine. Unire quindi le farine, l’olio, sale ed erba cipollina e impastare con le lame di plastica fino ad ottenere una palla della consistenza della pasta frolla (in caso fosse necessario, unire tanta acqua quanta ne serve per arrivare a tale consistenza).
Filmare con la pellicola e riporre in frigo 1 oretta.
Nel frattempo tagliare le zucchine a tocchetti e saltarle in padela alcuni minuti finchè risulteranno cotte ma ancora croccanti. Lasciarle intiepidire quindi unirle ad una crema realizzata mescolando la ricotta con un paio di cucchiai di formaggio grattugiato e un uovo, regolare di sale e pepe.
Stendere 3/4 della pasta sottilmente (o tutta se si elimina la grata e si utilizza una tortiera un po’ più grande) e foderare una teglia, meglio con il bordo apribile, diam. 18 precedentemente unta, bucherellare il fondo riempire con il composto di ricotta e zucchine, ricavare delle strisce dalla pasta rimasta e formare la grata. Cuocere in forno caldo a 200° per 30 minuti. Servire tiepida o temperatura ambiente.

Ricetta della base tratta da Vaniglia, Zenzero e cannella