You are currently browsing the monthly archive for settembre 2012.

300 gr di cous cous Molino Spadoni
400 ml di brodo vegetale
230 gr di ceci già cotti
300 gr di piselli già cotti
2 peperoni verdi medi
2 zucchine medie
2 cucchiaio di olio evo
1/2 cipolla
1 noce di burro
prezzemolo
sale fine Gemma
olio di semi

Scaldare il brodo, mescolare un cucchiaio di olio di semi al cous cous. Quando il brodo è bollente spegnere, versare il couscous e mescolare finchè avrà assorbito il liquido. Coprire e lasciar riposare mentre si preparano le verdure.
Pulire i peperoni e tagliargli a dadini, dividere le zucchine in 4 parti e tritare la cipolla. Scaldare l’olio evo in un capace tegame e rosolare 3 minuti la cipolla, quindi unire peperoni e zucchine, salare e coprire per i primi 5 minuti in modo da intenerire le verdure, quindi proseguire la cottura, sempre a fuoco basso, per altri 15 minuti senza coperchio, in modo che il fondo di cottura asciughi.
Quando mancano 5 minuti al termine, unire ceci e piselli, mescolare e lasciar insaporire. Riprendere il couscous, aggiungere una noce di burro e riportare sul fuoco, sgranando i chicchi e mescolando per 3 minuti, quindi impiattare con le verdure al centro, spolverizzate con prezzemolo tritato.

Annunci

 

Continua la collaborazione con Gemma di mare che non solo è stata così gentile da inviarmi una seconda fornitura, ma si è anche premurata di darmi la possibilità di assaggiare prodotti differenti rispetto all’altra volta!
Ad eccezione del sale fino e dell’ottimo fior di sale (assolutamente insostituibile per la focaccia!) che avevo già avuto modo di utilizzare,  ho potuto provare il praticissimo macina sale, il sale Nero delle Hawaii (consigliato per piatti di pesce) e il sale affumicato il cui particolarissimo aroma è evidente alla sola apertura del barattolo!

 

 

1 lt di latte
200 gr di zucchero
100 gr di cioccolato fondente
60 gr di amido di mais
2 cucchiaini rasi di agar agar
marmellata di melone

In una pentola mescolare zucchero, amido e agar agar; quando sarà omogeneo aggiungere, lentamente e mescolando di continuo con una frusta per non formare grumi, il latte.
Portare sul fuoco, mescolare di continuo tenendo il gas a fiamma media finchè comincia ad addensarsi. Far bollire un paio di minuti  il composto deve risultare fluido ma corposo, simile ad una besciamella liquida, a quel punto togliere dal fuoco, aggiungere il cioccolato e mescolare fino a che il composto sarà omogeneo.
Trasferire in uno stampo da budino, quando possibile riporre in frigo fino al totale raffreddamento quindi capovolgere e decorare. Servire con la marmellata di melone a parte.

500 gr di farina per pizza Molino Spadoni
250-300 ml di acqua
1/2 cucchiaino di sale fine
1 cubetto di lievito di birra fresco
olio evo
sale fine Gemma, origano

400 gr di polpa di pomodoro
200 gr di mozzarella
100 prosciutto cotto
20 olive
olio evo

Nel robot con le pale per impastare (o a mano facendo la classica fontana) mettere la farina, il 1/2 cucchiaino di sale.  Azionare il robot e versare a filo 250 ml di acqua tiepida in cui è stato sciolto il lievito. L’impasto deve risultare liscio, omogeneo ed elastico, nel caso fosse troppo duro, aggiungere ancora un goccio d’acqua, se invece restasse troppo molle, basta aggiungere poca farina fino ad ottenere la consistenza giusta.
Far lavorare la palla di pasta qualche minuto, quindi trasferirla in un contenitore coperto da un telo umido e posizionarla in un luogo tiepido a lievitare per 2 ore. Trascorse le 2 ore ungere accuratamente una teglia rettangolare (o due rotonde) e stendere la pasta con le mani. Farcire la pizza con la polpa di pomodoro, un paio di pizzichi di sale, il prosciutto cotto a striscioline, le olive divise a metà e l’origano, accendere il forno a 240°. Quando sarà arrivato a temperatura infornare la pizza per 15 minuti poi tirarla fuori, spargere la mozzarella, un pizzico di sale e l’origano e proseguire la cottura altri 10 minuti.
Sfornare e condire con un goccio d’olio.

160 gr di spaghetti
300 gr di Salsa di ciliegino Agromonte
olive nere
2 cucchiaini di capperi
2 cucchiai di olio evo
5-6 filetti di acciuga
peperoncino in polvere

Mentre la pasta cuoce, in una larga padella, sciogliere le acciughe in un paio di cucchiaio di olio. Quindi aggiungere la salsa, le olive divise a metà e i capperi. Regolare di sale e spargere abbondante peperoncino.
Scolare la pasta al dente e mescolarla benissimo con il condimento. Servire caldo.

165 gr di Oreo (o Ringo black)
200 gr di cioccolato bianco
olio di semi
codette, cuoricini, zucchero colorato ecc

Rivestire una teglia che possa entrare nel freezer, con un foglio di cartaforno (la mia è offerta da ICookCake).
Dividere i biscotti e mettere da parte quelli a cui non rimane attaccata la crema per altri utilizzi.
Fondere il cioccolato bianco in un piccolo pentolino posto su un altro con due dita d’acqua, facendo attenzione che questa non arrivi a contatto con il pentolino contenente il cioccolato, che deve sciogliersi solo mediante il calore emanato dall’acqua in leggera ebollizione, onde evitare che l’eccessivo calore, lo raggrumi rendendolo inutilizzabile.
Mescolare di tanto in tanto con un cucchiaio di legno e quando sarà del tutto omogeneo aggiungere poco olio per volta fino a raggiungere una consistenza liscia e scorrevole ma non liquida (altrimenti scivolerebbe dai biscotti).
Allineare i biscotti a due a due e prepararsi i bastoncini, intingere un bastoncino nel cioccolato e posizionarlo a metà di un biscotto, ricoprire con il secondo e proseguire con tutti i biscotti.  Al termine ripartire dal primo e intingere tutto il biscotto “doppio” nel cioccolato, far colare l’eccesso e adagiare sulla teglia appena presa dal freezer, decorare il biscotto e proseguire con i successivi, decorandoli di volta in volta.
Riporre la teglia in frigorifero per il raffreddamento e la conservazione.

 

150 gr di pollo lesso
1 peperone rosso medio
1 peperone giallo medio
60 gr di mais
10 olive
olio evo, sale
Pulire i peperoni, tagliarli a strisce, condirli con olio e sale mescolando con cura, quindi disporli su una teglia coperta di cartaforno e cuocerli a 200° per 30 min finchè saranno cotti ma ancora sodi. Quando i peperoni saranno freddi unire il posso lessato e sfinacciato, le olive divise a metà e il mais.
Mescolare con cura e riporre in frigo 30 minuti prima di servire.

Piatto in foglia di palma EcoBioShopping

 

500 gr di ricotta
300 gr di farina per pasta e gnocchi Molino Rosignoli
200 gr di parmigiano grattugiato
4 uova
2 manciate di foglie di basilico fresche
un pizzico di sale

In un robot con le lame di metallo mettere la farina e il formaggio grattugiato, il pizzico di sale e le foglie del basilico intere. Azionare il robot finchè gli ingredienti saranno omogenei e le foglie di basilico risulteranno tritate; a quel punto inserire la ricotta a cucchiaiate mentre il robot lavora e in ultimo le uova. Ne risulterà un impasto morbido da cui ricavare dei cilindretti di 2 cm da cuocere in acqua bollente salata pochi istanti, finchè salgono a galla.
Condire con un sugo di pomodoro e basilico

500 gr di spinaci surgelati
250 gr di ricotta
100 gr di Emmenthal
50 gr di parmigiano grattugiato
6-7 albumi *
1 porro
olio, burro
sale,pepe
pangrattato
Affettare sottilmente la parte bianca del porro e farla stufare dolcemente per qualche minuto finchè si sarà imbiondita in una padella con un goccio d’olio e una noce di burro, quindi unire gli spinaci strizzati e cuocere a fuoco vivo, mescolando spesso, finchè avranno perso quasi tutta l’acqua e risulteranno asciutti. Spostarli su una tagliere e tritarli a coltello, lasciarli intiepidire.
In una ciotola mescolare alla ricotta l’Emmenthal e il formaggio grattugiati, sale e pepe e infine le uova, amalgamandone una alla volta. Ungere con del burro uno stampo diam 20, meglio se a cerniera, e spolverizzare di pangrattato. Unire al composto di uova gli spinaci, mescolare con cura e trasferire il composto nello stampo. Cuocere in forno a 180° per 30-40 minuti e comunque finchè il bordo, ben dorato e rappreso,  tenderà a staccarsi dalla teglia e l’interno risulterà asciutto.

NB: ovviamente si possono usare delle uova intere (in caso, 5 che vanno sbattute prima di aggiungere la ricotta e i restanti ingredienti) invece che solo gli albumi, ma essendo già ricca di formaggio e verdure, non si sente la mancanza dei tuorli, consentendo di alleggerire parecchio la preparazione.

Ricetta tratta da Giallo Zafferano

 

300 gr di zucchine a julienne
200 gr di zucchero
350 gr di farina che lievita Molino Spadoni
200 ml di olio di oliva
2 uova
150 gr di gherigli di noci
burro e farina per lo stampo
zucchero a velo

 
Tagliare le zucchine a julienne e se i filamenti sono molto lunghi, dare qualche taglio intermedio.
Montare la uova intere con lo zucchero finchè il composto sarà gonfio e spumoso, quindi unire, mescolando con un cucchiaio di legno, l’olio e la farina, poi le noci tritate grossolanamente e le zucchine fino ad ottenere un composto omoogeneo.
Ungere e infarinare uno stampo, versarci il composto e livellare, quindi cuocere a 180° per 40-45 minuti.
Una volta freddo spolverizzare con zucchero a velo.

Sottotorta dorato ICookCake

Ricetta tratta da Ricette gustose