You are currently browsing the monthly archive for agosto 2012.

1 lt di acqua
2 bustine di tè English Brekfast Twinings
1 pesca matura (o 1/2 limone, 1/2 melone, 1 pera)
1-2 cucchiai di zucchero di canna Guadalupe Bronsugar

Più che di ricetta, si tratta di un metodo.

Normalmente bollivo l’acqua, mettevo in infusione le bustine, poi dovevo aspettare che raffreddasse prima di poter mettere la frutta e poter mettere il tutto in frigo, quindi spesso usavo un secondo contenitore con acqua fredda, che andava cambiata più volte, per accellerare il raffreddamento. In frigo poi bisognava aspettare ore, prima che il tè, fosse pronto. Alla fine di tutto, notavo anche un fastidioso retrogusto amarognolo..

Molto meglio il metodo a freddo!
La sera, per comodità, prendo la brocca,  (in questo caso quella in foto è una di quelle Bormioli, da 1 lt, con il tappo a chiusura ermetica) metto la frutta tagliata dentro, lo zucchero, riempio di acqua e inserisco le due bustine, chiudo il tappo e metto in frigo.
Fine.
La mattina.. senza aver acceso gas, aspettato raffreddamenti ecc.. il tè è pronto, perfetto come gusto e temperatura!

Pasticceria Loison

Annunci

 

300 g di mais in scatola, al netto
62 ml di latte
62 gr di yogurt greco
1 limone, succo
200 gr di gamberi
sale, pepe
prezzemolo tritato

 

Cuocere al vapore i gamberi, tenerne da parte qualcuno per la decorazione e tagliare gli altri a pezzettini. Lavare e scolare molto bene il mais, frullarlo assieme allo yogurt, al latte, al limone e ad un pizzico di sale, fino ad ottenere un composto omogeno.
Regolare di sale, pepe e in caso, limone.
Unire i gamberi e il prezzemolo, mescolare e far riposare in frigo almeno un paio d’ore prima di servirlo, in modo che sia ben freddo.

 

Ricetta tratta da ArabaFelice

5 pacchettini singoli di pavesini
400 gr di albicocche circa + altre per decorare
200 gr di Philadelphia
200 gr di mascarpone
4 uova
7 cucchiai di zucchero di canna Brasil Bronsugar
9 mandorle

Portare ad ebollizione 200 ml di acqua con 3 cucchiai di zucchero,  intanto tagliare le albicocche a dadini. Quando lo sciroppo bolle spegnere, versare dentro la frutta e lasciare che il composto torni a temperatura ambiente.

Dividere i tuorli dagli albumi. Montare 2 dei 4 albumi a neve ben ferma con 2 cucchiai di zucchero (i due rimanenti si possono congelare per altre preparazioni) e tenerli da parte; montare i 4 tuorli con 2 cucchiai di zucchero. Mescolare philadelphia e mascarpone per ammorbidirli e amalgamarli, quindi unire la crema di tuorli e infine, delicatamente gli albumi.
Bagnare uno stampo da plumcake da 1.5 lt e foderarlo di pellicola; intingere velocemente i pavesini nello sciroppo e posizionarli ben allienati prima sul fondo e poi lungo tutto il perimetro. Distribuire uno spesso strato di crema quindi la metà della frutta e uno strato di pavesini, ripetere l’operazione crema-frutta e terminare con uno strato di biscotti.
Coprire con la pellicola e lasciar raffreddare tutta la notte.
Prima di servire decorare con mandorle e fettine di albicocca.

Ricetta tratta da Tempo di cottura

 

10 fette di zucchine grigliate
5-10 fette di prosciutto crudo
100 gr di Philadelphia
100 gr di bruschetta olive e ciliegino Agromonte
sale

Mescolare in una ciotolina il formaggio con la bruschetta fino ad avere un composto omogeneo, regolare di sale.
Asciugare la fetta di zucchina nel caso fosse troppo umida, stenderci sopra una fetta (o una parte se troppo grandi) di prosciutto crudo e posare un cucchiaino di composto ad un’estremità. Arrotolare saldamente ma con delicatezza, in modo che il ripieno non fuoriesca,  fissare con uno stuzzicadenti e servire fresco ma non freddo.

 

Tratta da Ricettario Agromonte

 

1 finocchio grande (a tocchetti o a lamelle)
160 gr di tonno sgocciolato
sale
aceto bianco

 

4 fogli rettangolari di pane carasau
4 zucchine medie
200 gr di Auricchio piccante grattugiato
400 gr di polpa di pomodoro
origano e basilico
sale, pepe

Grattugiare le zucchine a julienne e se i filamenti risultassero troppo lunghi, tagliarli poi grossolanamente. Condirle quindi con sale, pepe e basilico tritato.
In un’altra ciotola mettere la polpa di pomodoro (o dei pomodori ridotti a tocchetti) con sale e origano.
Lasciare riposare le verdure una 30ina di minuti quindi, senza bagnare il pane (il liquido delle verdure è sufficiente) alternare gli strati di pane, farciti con 1/3 di zucchine e di pomodori e una bella spolverata di formaggio.
Terminare con pomodori e formaggio.
Lasciar riposare il piatto, coperto con la pellicola e in frigo qualche ora, in modo che i sapori abbiano il tempo di amalgamarsi e il pane inumidirsi.
Scaldare una 10ina di minuti in forno a 180° giusto per far sciogliere il formaggio e intiepidire la preparazione.

 

Ricetta tratta da Ma che bontà! Le ricette di Cle

200 gr di cavolo rosso bollito
100 gr di feta
40 gr di noci
olio evo

400 gr di farina
130 gr di burro morbido
130 gr di Essenza di Natura Eridania
1 uovo intero
1/2 bustina di lievito
1 pizzico di sale

300 gr di albicocche mature

Lavare e asciugare le albicocche, privarle del nocciolo e frullarle non troppo finemente in modo che resti qualche pezzetto intero.
In una capiente ciotola mescolare burro e zucchero, quindi unire l’uovo intero e il pizzico di sale. Aggiungere poi tutta la farina in una volta e amalgamare velocemente il composto fino a che forma delle briciole di dimensioni irregolari.
Ungere uno stampo antiaderente, possibilmente a cerniera ( quello in foto è realizzato in uno stampo di alluminio usa e getta 21×16 e il dolce viene alto circa 5 cm)*, e versare metà del composto di briciole sul fondo, distribuire sopra il frullato di albiocche e completare comprendo con il composto di briciole rimasto.
Infornare a 180° per 45 minuti. Il dolce deve risultare ben colorito, quindi se non lo fosse, preseguire la cottura e utilizzare qualche minuto il grill.
Lasciar raffreddare del tutto prima di sformare e servire.
Si conserva perfettamente per giorni, senza bisogno di coprirla o tenerla in frigo.

* si può usare la stessa dose di impasto ma distribuirla in uno stampo più grande in modo da ottenere un dolce più sottile, simile a barrette.

Calorie a porzione 229 contro le 251 con zucchero bianco.

3 uova sode
60 gr di Philadelphia (o ricotta)
4 cucchiaini di pesto alla siciliana Agromonte
erba cipollina

Dividere le uova a metà e prelevare i tuorli;  in una ciotola mescolarli al formaggio e aggiungere il pesto alla siciliana mescolando con cura fino ad avere un composto omogeneo. Inserirlo in una siringa con la bocchetta a stella e riempire le cavità delle uova.
Spolverizzare di erba cipollina e riporre in frigo fino al momento di servire.

Ricetta tratta dal Ricettario Agromonte

 

200 gr di riso cotto (100 da crudo)
160 gr di tonno già sgocciolato
120 gr di yogurt greco
60 gr di parmigiano grattugiato
1 uovo
1 cipollotto piccolo tritato finemente
burro per ungere
sale, pepe

Per la salsa

1 limone
40 ml di olio evo
1/2 cucchiano di sale
1/2 cucchiaino di zucchero
una punta di senape
50 gr di yogurt greco

In una terrina mescolare il riso con il tonno, lo yogurt, il formaggio, l’uovo e il cipollotto. Regolare di sale e pepe.
Ungere con cura degli stampini antiaderenti (con queste dosi a me sono venute due ciambelline diam 10 cm.), distribuire il composto pressandolo un po’, quindi infornare a 180° per 25 minuti.
Sfornarlo, lasciarlo 10 minuti nello stampo poi sformarlo sul piatto da portata e napparlo con la salsa preparata durante la cottura.
Nella foto sevito con un misto di spinaci, verza e scarola ripassato in padella con un filo d’olio.
Per la salsa:   pelare a vivo il limone, privarlo dei semi e frullarlo assieme al sale e allo zucchero. Unire a filo l’olio, poi aggiugnere poca senape e lo yogurt greco. Conservare in frigo.

Ricetta tratta da La cucina di Federica