You are currently browsing the monthly archive for marzo 2012.

600 gr di gamberi (io ho usato questi argentini Grand Krust)
200 gr di semola di grano duro rimacinata Molino Chiavazza
100 ml di acqua tiepida (circa)
1 lt di brodo fatto con 2 cuore di brodo Knorr pesce
sale fine
1 Salsa ai peperoni Lazzaris

Preparare la pasta con la semola di grano duro e l’acqua tiepida (circa 100 ml, ma dipende da quanta ne assorbe), avvolgere il panetto ormai lisco nella pellicola e riporlo in frigo un paio d’ore.
Stendere la pasta, tagliarla con una rotella ondulata (io ho questo aggeggino qui che è di una comodità unica perchè fa tante strisce assieme e tutte perfettamente equidistanti) quindi prendere un gambero e avvolgerlo con la pasta.
Allineare i gamberi su una teglia coperta con della cartaforno in modo che non si attacchino mentre si preparano tutti.
Nel frattempo portare a bollore una pentola con 1 lt di acqua e 2 cuore di brodo Knorr gusto pesce.
Quando i gamberi saranno tutti preparati tuffarne alcuni (dipende dalla dimensione della pentola, io ne mettevo 5-6) e cuocerli finchè vengono a galla. Sia la pasta che il gambero infatti non hanno bisogno di una lunga cottura e cuociono assieme. Mentre i gamberi cuociono scaldare in un tegamino la salsa ai peperoni.
Scolare i gamberi con un ragno e tenerli in caldo tra due piatti. Quando saranno tutti pronti impiattare distribuendo un po’ di salsa ai peperoni e sopra i gamberi.

Sul blog La cucina di Federica si può trovare la versione originale della ricetta tratta direttamente dal libro “La grande cucina italiana”.

Annunci


4 tomini
1 rotolo di pasta sfoglia
8 fette di prosciutto crudo

400 gr di cavolo rosso bollito a listarelle
200 gr di guanciale

1 Salsa di mele cotogne Lazzaris

Dividere la sfoglia in 4 parti, posizionare al centro un tomino precedentemente avvolto in due fette di prosciutto crudo; sigillare con molta cura e infornare a 180° posizionandoli su cartaforno (la mia è di ICookCake) per una 40ina di minuti, finchè saranno gonfi e dorati.
Quando sono quasi pronti, scaldare una padella antiaderente e mettere il guanciale, appena sarà diventato un po’ trasparente, aggiugere il cavolo rosso e lasciar insaporire. Quando il cavolo sarà caldo, aggiungere la salsa di mele cotogne (serbandone un cucchiaino per la decorazione) e mescolare con cura, spegnere il fuoco.
Impiattare il tomino appena sformato con il cavolo rosso caldo e un cucchiaino di salsa a parte, a piacere potrà essere aggiunta al cavolo oppure servire da accompagnamento al tomino.

3 vaschette di fragole
200 gr di cioccolato bianco
150 gr di cioccolato fondente

Sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria finchè sarà liscio, quindi tuffarci le fragole una ad una e lasciar colare il cioccolato in eccesso. Mettere la cartaforno (la mia è offerta da ICookCake) su una teglia e adagiarci man mano le fragole ricoperte. Posizioanre in frigo finchè il cioccolato sarà ben solidificato.
Sciogliere il cioccolato fondente sempre a bagnomaria e usarlo per decorare le fragole, nel caso dello smoking vanno tuffate inclinate prima da un lato e poi dall’altro, altrimenti si possono ricoprire di cocco grattugiato, codette, palline ecc.
Eseguire velocemente questa operazione poichè il calore del cioccolato appena fuso tende a far sciogliere quello attorno alla fragola. Terminata la decorazione riposizionare in frigo e conservarle fino al momento di servire.

Alzatina R2S Easy life design

200 ml di panna
80 gr di Philadelphia
50 gr di zucchero a velo
4 cucchiai di sciroppo di Amarene Fabbri

codette al cioccolato
croccantini di arachidi
Amarene Fabbri + sciroppo

In una ciotola mettere Philadelphia e zucchero e amalgamare in modo che sia omogeneo, unire la panna e montare con le fruste fino ad ottenere un composto sodo.
Aggiungere, uno alla volta, i cucchiai di sciroppo di amarene e mescolare molto sommariamente in modo da variegare la massa.
Comporre il dolce posizionando uno strato di croccantini sul fondo, poi la crema, le codette, di nuovo crema, i croccantini e infine la crema. In cima posizonare le amarene e completare con un paio di cucchiai di sciroppo.
Conservare in frigorifero.

nb: comporre il dolce massimo un’oretta prima di servirlo, altrimenti i croccantini perdono consistenza; si può preparare però la crema con anticipo e conservarla in frigo fino al momento di montare le coppe.

200 gr di minestrone surgelato (il mio è il primavera Findus)
2 sogliole piccole
500 ml di brodo fatto con 1 cuore di brodo Knorr pesce
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
olio evo

Preparare 500 ml di brodo con il cuore di brodo,  in una padella mettere l’olio, 200 gr di minestrone congelato, il concentrato di pomodoro sciolto in poco brodo e cuocerlo come fosse un risotto, aggiungendo brodo caldo un po’ per volta. Quando le verdure saranno cotte toglierle dalla padella e tenerle in caldo tra due piatti. Nello stesso tegame mettere le sogliole e farle cuocere 2-3 minuti per lato, voltandole delicatamente e lasciando asciugare il fondo di cottura. Servire il tutto ben caldo.

200 gr di pollo arrosto
200 gr di cavolo rosso (bollito o stufato)
olio evo, sale

1 barattolo di asparagi (io uso i Bonduelle, sono circa 18)
100 gr di prosciutto cotto
3 Fettine light IN.AL.PI
pepe

Preparare gli involtini arrotolando una fetta di prosciutto cotto attorno a 3-4 asparagi.
Scaldare bene una padella antiaderente e quindi posizionare gli involtini. Cuocere 3 minuti da un lato, poi girarli delicatamente, adagiare mezza fettina IN.AL.PI su ognuno di essi e cuocere altri 3 minuti coperto.
Spolverizzare di pepe prima di servire.

80 gr parmigiano
80 gr pangrattato
2 uova
noce moscata
1 cucchiaio di farina
1 cuore di brodo Knorr pesce
200 gr di cubetti di pomodoro o pelati
2 sogliole

olio, prezzemolo

Impastare pangrattato, parmigiano, farina, noce moscata e uovo fino ad ottenere un composto sodo e ben amalgamato. Avvolgerlo nella pellicola e riporlo in frigo (si può fare in anticipo e lasciare in frigo fino al momento di utilizzarlo).
In una pentola portare a bollore 400 ml circa d’acqua e aggiungere un cuore di brodo meno mezzo cucchiaino.
In una padella mettere un cucchiaio di olio,  i cubetti di giornata e il cucchiaino di cuore di brodo tenuto da parte.
Lasciar cuocere a fuoco basso qualche minuto quindi aggiungere le sogliole e cuocerle 2-3 minuti per lato. Nel frattempo preparare i passatelli, versarli nel brodo e spegnere subito il gas.
Appena saranno emersi spostarli con una schiumarola nella padella con la sogliola e saltarli il tempo che si condiscano, spolverizzare con il prezzemolo.
La sogliola è un pesce delicatissimo, se si vogliono conservare i pezzi visibili, tenerli da parte tra due piatti mentre si saltano i passatelli nel sugo.
Dose per due persone.

500 gr farina per pizza Molino Rosignoli
20 gr di lievito di birra
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di malto
50 gr di burro morbido
75 ml di acqua tiepida
75 ml di latte tiepido

Tirare fuori il burro per tempo in modo che sia a temperatura ambiente al momento di usarlo, nel caso non fosse possibile scioglierlo a fuoco dolcissimo.
Intiepidire acqua e latte e scioglierci dentro il lievito.
Nel robot mettere la farina, il malto, il burro e mentre lavora, aggiungere a filo,  il liquido con il lievito sciolto. Quando sarà abbastanza omogeneo, unire il sale. Lavorare l’impasto qualche minuto quindi trasferirlo in una ciotola infarinata, coprirlo e metterlo a lievitare fino al raddoppio.
Mettere a scaldare una pentola con acqua e 2 cucchiai di bicarbonato.
Prendere la pasta, lavorarla ripiegandola su sè stessa un paio di minuti minuti quindi dividerla in porzioni grandi come un arancia e ricavarne dei filoncini lungi circa 80 cm, ripiegarli per formare il brezel e disporli su un foglio di cartaforno.
Tuffare un brezel alla volta nell’acqua in ebollizione e cuocerlo per 1 minuto, quindi appoggiarlo su un telo ad asciugare.
Accendere il forno a 220° così mentre arriva in temperatura i brezel finisco di asciugarsi.
Cospargerli di sale grosso  e infornarli finchè saranno coloriti.
Caldi/tiepidi sono migliori, nel caso avanzassero basta scaldarli 5 minuti in forno.
Questa ricetta non prevede che vengano spennellati con il rosso d’uovo prima di infornarli perchè, dopo aver provato una volta, l’odore d’uovo che è rimasto sopra i brezel non ci è piaciuto, si puà sostituire con un goccio di latte.

Pizzo rettangolare ICookCake

300 gr di riso
300 gr salsiccia
300 gr di misto scoglio
200 gr di petto di pollo
200 gr circa di cubetti di pomodoro o pelati
150 gr di piselli
2 bustine di zafferano
2 cuore di brodo Knorr pesce
1 peperone giallo medio
1 zucchina media
1/2 cipolla tritata
olio evo

Prepararsi tutti gli ingredienti in modo da averli a postato di mano al momento giusto.
Tagliare la salsiccia a rondelle di 1 cm, il pollo a cubetti piccoli.
Pulire il peperone e la zucchine e ridurre entrambi ad una dadolata.
In una paellera o in un largo tegame antiaderente mettere olio e la cipolla a soffriggere, quindi unire i pezzetti di salsiccia e il pollo facendoli rosolare; appena saranno sigillati sfumare con il vino, quindi unire le zucchine e il peperone, mescolare con cura in modo che tutti gli ingredienti si amalagamino e cuociano in maniera omogenea.  Aggiungere infine i cubetti di pomodoro, lo zafferano, il mix di pesce già scongelato e i cuori di brodo Knorr mescolare il tutto. Aggiungere il riso, mescolarlo al sugo, coprire con acqua calda amalgamando bene tutto, dopo di che non toccarlo più.  Coprire il tegame, tenere il fuoco medio e lasciar cuocere una 10ina di minuti, quindi aggiungere i piselli e ricoprire. Proseguire la cottura finchè il riso è al dente, spegnere e lasciare coperto una decina di minuti, il riso terminerà la cottura e si insaporirà.