Immagine 011

Uno. Solitario.
Che quasi supplicava di essere salvato dallo scaffale ormai deserto.
Se spiccava sicuramente l’espositore pieno, ancor di più spiccava quell’unica confezione superstite.
Di sicuro, aveva attirato l’attenzione di molti prima di me.In effetti non  mi stupisce: marca conosciuta, binomio cracker +formaggio che chiunque ha fatto almeno una volta nella vita, colori sgargianti. Immagine rassicurante.
Però c’è la sorpresa. Immaginavo, chissà perchè, che il formaggio avesse la consistenza della sottiletta. Forse perchè avendolo trovato in un espositore esterno al banco frigo, immaginavo ci volesse qualcosa di “solido”. Invece il formaggio all’interno è morbido, premendo i due cracker si schiaccia quasi come un formaggio spalmabile.
Il primo impatto con il sapore è stato “burroso”, leggendo gli ingredienti ho capito il perchè: formaggio in polvere (come il latte) e oli vegetali (non idrogenati), ma il sapore è gradevole.
Il cracker non è friabile come uno “vuoto” ma nemmeno molliccio, è più spesso rispetto agli altri e somiglia più ad una specie di biscotto salato.
Sicuramente non è  paragonabile a pane e formaggio ma è comodo e pratico da portare in giro, piacevole come snack e salato (in un universo di snack dolci).