Rose ripiene di ricotta dolce rumeno

Poolish:

50 gr di farina
50 ml di latte tiepido
12,5 gr di lievito fresco (mezzo cubetto)
1 cucchiaio scarso di miele

Impasto:

250 gr farina
50 gr zucchero
40 gr burro fuso
1 uovo
50 ml latte circa aggiunto gradualmente
1 pizzico grande di sale
2 gocce di essenza limone

Ripieno:

200 gr di ricotta di pecora, soda
80 gr di zucchero
1 goccia di essenza di limone
1 bustina di vanillina
1 tuorlo (1 uovo intero se si fa doppia dose)

In una ciotola mettere gli ingredienti per il poolish:  farina, lievito sciolto nel latte tiepido e miele, mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo, coprire con la pellicola e mettere a lievitare un’ora in un luogo tiepido.
Quando il poolish sarà raddoppiato di volume e farà le classiche bolle,  prendere un robot con le pale per impastare e mettere la farina, il sale, lo zucchero,  l’uovo, il poolish, il burro fuso e, a robot in funzione, aggiungere a filo il latte, quanto ne basta per ottenere un impasto morbido e lavorabile ma che non si appiccica alle pareti (potrebbe servire meno latte, dipende dalla farina e dall’uovo, o qualche cucchiaio in più di farina).
Prendere l’impasto, ormai liscio ed elastico, metterlo in una ciotola e coprire con la pellicola, mettere a lievitare un’altra ora fino al raddoppio, in un luogo tiepido.
A questo punto amalgamare il ripieno mescolando tutti gli ingredienti fino ad ottenere una crema, da tenere a portata di mano.
Riprendere l’impasto, dividerlo in 12 porzioni uguali. Stendere, con l’aiuto di un pezzo di cartaforno, ogni pallina in un cerchio di circa 8-10 cm di diam. praticare 6 tagli equidistanti fermandosi a 1,5 cm dal centro circa (vedi foto), mettere un cucchiaino di crema in mezzo  e chiudere i tre petali segnati con il puntino (uno si e uno no) verso il centro, quindi chiudere anche gli altri tre. Allineare le rose ormai formate su una teglia coperta di cartaforno o in uno stampo da mini quiche basso e mettere a lievitare altri 30 minuti, intanto che il forno raggiunge i 180°. Cuocere per 25 minuti e una volta tiepide prima di servire, spolverizzare con poco zucchero a velo. Quelle che dovessero avanzare si possono conservare in frigo, chiuse in un sacchetto per alimenti e riscaldata una 10ina di minuti al momento di mangiarle.

taglirosa

Grazie alla mia amica B. per i fantastici pirottini! *___*

Ricetta tratta da Cookaround

Annunci