Pudding ai cachi

600 gr di polpa di cachi, al netto
150 gr di zucchero
187 gr di farina che lievita
100 ml di panna
50 gr di burro fuso intiepidito
300 ml di latticello*
1 uovo
1 cuchiaino di bicarbonato
vaniglia, bacca o essenza
1 cucchiaino raso di cannella
1/2 cucchiaino di noce moscata
un pizzico di sale

Mettere nel bicchiere frullatore i cachi e lo zucchero riducendoli in una purea omogenea. Unire quindi tutti gli altri ingredienti uno alla volta, facendo attenzione che si amalgamino perfettamente senza lasciare residui o grumi sulle pareti.
Ungere uno stampo da 30×22 (io uso uno staccante spray comodissimo, ma si può sostituire con dell’olio), versare dentro il composto e poggiare questo stampo su una seconda teglia più grande (rallenterà un po’ il calore e salverà il forno nel caso dovesse scappare un po’ di impasto). Coprire la teglia con il composto con dell’alluminio creando una specie di cupola, in modo che il dolce possa gonfiarsi senza toccarla. Infornare a 180° sul ripiano sopra al medio  per 60 minuti, poi togliere l’alluminio e proseguire la cottura altri 10 minuti, in questo tempo, il dolce colorirà il giusto.
Lasciare completamente raffreddare, in modo che prenda corpo e consistenza, poi tagliarlo a quadretti  da 3×2 e decorare con 1/2 gheriglio di noce

*nel caso non si avesse a disposizione il latticello, si può sostiruire con eguale quantità di yogurt bianco magro da bere, o con un misto di yogurt bianco magro e latte parzialmente o del tutto scremato.

NB: Si può fare, con un po’ di accortezza, tutto direttamente nel bicchere frullatore del robot da cucina, altrimenti, dopo aver frullato i cachi, si può procedere a mano, inserendo via via, tutti gli ingredienti.

Ricetta tratta da Baking Obsession

Sottotorta ICookCake

Advertisements