400 gr di farina Premium Pasta Spadoni
4 uova

150 gr di mortadella Felsineo
150 gr di prosciutto crudo
200 gr di crescenza
50 gr di parmigiano grattugiato
4 cucchiai di olio evo
400 gr di polpa di pomodoro
sale, pepe e noce moscata
1 o 2 uova
basilico

Preparare la pasta con la farina e le uova, avvolgerla nella stagnola e lasciarla riposare almeno un’ora prima di stenderla.
In un robot da cucina frullare finemente mortadella e prosciutto quindi a mano o cambiando le lame con le pale per impastare, amalgamare il formaggio grattugiato e la certosa, regolare di sale pepe, unire un pizzico di noce moscata e infine l’uovo. (A seconda delle dimensioni dell’uovo potrebbe servirne un secondo, oppure bastare il primo; deve risultare un impasto cremoso ma sodo).
Tirare la sfoglia sottile, mettere a metà un cucchiaino di impasto (si può anche distribuire con un sac à poche per comodità) e richiudere la sfoglia su sè stessa, far uscire l’aria dai bordi del ripieno, premere per sigillare, quindi ritagliare i ravioli.
Appoggiarli su un piano ricoperto di cartaforno.
In un tegame di terracotta scaldare l’olio quindi unire la polpa di pomodoro e regolare di sale. Quando si sarà insaporita qualche minuti unire abbondante basilico tritato.
Lessare i ravioli nel brodo (anche di dado) e condirli con il sugo caldo.

Annunci