700 gr di fesa di tacchino
300 gr di filetto di maiale
3 rametti salvia
1 rametto rosmarino
70 gr di lardo
4 cucchiai olio d’oliva
100 ml di Vinchef
20 gr di burro
10 gr di fecola di patate
pepe, sale fino

Lavare salvia e rosmarino, asciugarli, staccare le foglie dai rametti.
Tritarli insieme al lardo con la mezzaluna, dopo aver appoggiato gli ingredienti su un tagliere oppure mettendoli in un robot per il tempo necessario a ottenere un trito grossolano.
Unite al trito un pizzico di sale e una spolverata di pepe mescolando con la forchetta.
Appoggiare la fetta di fesa sul piano di lavoro dopo averla sistemata fra due pezzi di carta da forno bagnati e strizzati.
Appiattire la carne con un batticarne per ottenere un rettangolo il più possibile regolare di circa 1,5 cm di spessore.  Spalmare con il trito la fetta di fesa.  Eliminare le parti grasse e la pellicola che ricopre il filetto di maiale, salarlo con un pizzico di sale, insaporirlo con una spolverata di pepe e sistemare il filetto di maiale nel centro del rettangolo di fesa, sopra al trito. Il filetto non deve uscire dal pezzo di fesa: se è necessario, tagliare le punte. Arrotolare la fesa su se stessa racchiudendo il filetto all’interno. Ungere la rolata con un cucchiaio di olio, salarla e peparla.
Versare l’olio rimasto in un tegame, scaldarlo senza farlo fumare. Rosolarvi la rolata 6 minuti, voltandola 3-4 volte con due cucchiai.
Abbassare la fiamma al minimo, bagnare la carne con il Vinchef mettere il coperchio e cuocere 60 minuti.
Togliere la rolata dal tegame, avvolgerla in un pezzo di carta di alluminio e lasciarla riposare 10 minuti.
Intanto aggiungere il burro nel tegame lasciandolo sciogliere a fuoco dolce nel fondo di cottura  (se il fondo fosse molto asciutto, unire anche 2-3 cucchiai di acqua calda). Spolverizzare con la fecola utilizzando un colino a maglie fitte e mescolando con un cucchiaio di legno.
Cuocere 30 secondi mescolando con il cucchiaio di legno. Eliminare l’alluminio, tagliare la rolata a fette, sistemarle su un piatto da portata, irrorare con un po’ di salsa. Circondare la preparazione con i pomodorini ripieni. Servite con la salsa rimasta a parte.

Advertisements