Aprendo la busta, che già sapevo provenire dalla ditta Ariosto  per via del timbro, sono rimasta ugualmente sorpresa. Non tanto per il prodotto, che già conosco, ma perchè di colpo, mi è tornato alla mente un ricordo di più di 20 anni fa quando, bambina, in coda con la nonna al banco del macellaio-pollivendolo, davanti ai miei occhi c’era una batteria di queste bustine “monoporzione” che venivano appunto vendute “al bisogno”. Da allora ho scoperto, sbirciando sul sito, che oltre allo storico insaporitore per la carne ne sono stati creati molti altri, per pesce, patate sughi… Mi viene il dubbio che esistessero già allora, ma solo lo scaltro pollivendolo avesse l’accortezza di metterli in bella vista sul bancone!
Poco male, li proveremo tutti adesso!

Annunci