500 gr di farina per pizza Molino Spadoni
250-300 ml di acqua
1/2 cucchiaino di sale fine
1 cubetto di lievito di birra fresco
olio evo
sale fine Gemma, origano

400 gr di polpa di pomodoro
320 gr di stracchino
100 prosciutto crudo

Nel robot con le pale per impastare (o a mano facendo la classica fontana) mettere la farina e il 1/2 cucchiaino di sale.  Azionare il robot e versare a filo 250 ml di acqua tiepida in cui è stato sciolto il lievito. L’impasto deve risultare liscio, omogeneo ed elastico, nel caso fosse troppo duro, aggiungere ancora un goccio d’acqua, se invece restasse troppo molle, basta aggiungere poca farina fino ad ottenere la consistenza giusta.
Far lavorare la palla di pasta qualche minuto, quindi trasferirla in un contenitore oliato e coperto con la pellicola e posizionarla in un luogo tiepido a lievitare per 2 ore. Trascorso il tempo di lievitazione ungere accuratamente una teglia rettangolare (o due rotonde) e stendere la pasta con le mani. Farcire la pizza con la polpa di pomodoro, poco origano e un paio di pizzichi di sale, accendere il forno a 240°. Quando sarà arrivato a temperatura infornare la pizza per 15 minuti poi tirarla fuori, distribuire il prosciutto e lo stracchino a pazzetti,  e proseguire la cottura altri 5 minuti.