2 filetti di pesce persico da 400 gr circa
50 gr di pangrattato
25 gr di pomodorini secchi conditi Life
5 olive verdi
5 capperi
4-5 acciughe
2 cucchiai di olio evo Dante 100% italiano
2 pizzichi di sale

In un robot con le lame d’acciaio tritare assieme pangrattato, pomodori, capperi, olive e acciughe, fino ad avere un prodotto omogeneo, versare in una ciotola e aggiungere un paio di cucchiai di olio.
Rivestire uno stampo di cartaforno (io ho usato uno stampo da plum cake da 1.5 lt).
Prendere la misura del pesce rispetto allo stampo e tagliare le parti eccedenti. Posizionare il primo filetto sul fondo avendo cura di tenere la parte con la “pelle” verso il basso e ricordandosi da che lato è la parte più sottile, salare leggermente, distribuire il composto di pangrattato e schiacciarlo bene col dorso di un cucchiaio formando uno strato di altezza uniforme, coprire con il secondo filetto, tenendo la “pelle” questa volta verso l’esterno e alternando la parte con la coda rispetto al primo strato. Cuocere a 200° una 20-30 minuti, dipende un po’ dallo spessore del filetto.
Sfornare e lasciar raffreddare completamente senza toglierlo dallo stampo in modo che si compatti e le fette poi vengano bene. Si può anche fare il giorno prima e poi conservare coperto in frigo nella la notte.
Servire a larghe fette, a temperatura ambiente oppure ripassandolo, già affettato, una 15 ina di minuti in forno caldo a 200° con contorno di verdure.

* Se dovesse avanzare della panatura, unire del Philadelphia fino a formare un impasto omogeneo e lavorabile. Si possono poi fare polpettine da mettere in forno o piccole palline, rivestite di sesamo o papavero, adatte come aperitivo.

E’ possibile fare anche una versione mono filetto, come nella foto accanto, in questo caso, si può anche servire subito caldo, senza aspettare il raffreddamento (che serve solo a compattare il pesce per consentire un taglio preciso).

Annunci