800 gr di patate
200 gr di erbette cotte e strizzate
150 gr di farina per pasta e gnocchi Molino Rosignoli
30 gr di parmigiano grattugiato
1 tuorlo
sale, pepe, noce moscata

250gr di Philadelphia
50 gr circa di erbette cotte e strizzate

 

Cuocere le erbette,  scolarle, strizzarle molto bene (io schiaccio l’acqua in eccesso mettendole nello schiaccipatate) e poi frullarle molto finemente. Cuocere le patate intere con la buccia, pelarle, schiacciarle con lo schiacciapatate e unirle alle erbette, al formaggio grattugiato, al tuorlo e alla farina in una larga ciotola; salare, pepare e aggiungere un po’ di noce moscata.
Ne risulterà un impasto sodo ma lavorabile, non appiccioso, s ecosì non fosse, aggiungere ancora un po’ di farina.
Formare un lungo cilindro (io uso una siringa da pasticcere senza alcun beccuccio) ricavare dei tondelli da 1.5 cm e poi ruotarli tra le mani prima a formare una pallina e poi una forma più allungata (che però a quel punto avrà le estremità belle tondeggianti).
Allineare gli gnocchi su un pezzo di cartaforno cosparso di farina e conservare in frigo fino al momento dell’utilizzo, così, avranno anche il tempo di compattarsi meglio.

Preparare la salsa frullando il Philadelphia con le erbette rimaste, salare.

Cuocere gli gnocchi in acqua salata e bollente, allungare la salsa con qualche cucchiaio di acqua di cottura in modo che sia delle giusta fluidità, scolare gli gnocchi, condirli e servire ben caldi.

Se si volessero meno intensi come verde, dimezzare la quantità di spinaci.

Annunci