La foresta nera è composto da 4 elementi: la base di pan di spagna al cacao, il ripieno, che è una chantilly  con le amarene, la bagna e la decorazione, che è a piacere, questa è la mia versione.

Pan di spagna:
4 uova
120 gr di zucchero
110 gr di  farina 00 antigrumi Molino Chiavazza
10 gr cacao in polvere
1 bustina di vanillina
sale

Farcitura
2 uova
50 gr di zucchero
25 gr di farina 00 antigrumi Molino Chiavazza
200 ml di latte
1/2 bustina di vanillina
40 amarene Fabbri a pezzi

Bagna
250 ml di acqua
80 gr di zucchero
100 ml di sciroppo di amarene Fabbri

Decorazione
300ml di panna
100 gr di cioccolato fondente
18 amarene Fabbri
riccioli di cioccolato

In una capiente ciotola montare le uova intere con lo zucchero finchè il composto “scriverà” (circa 20 minuti),  aggiungere poco per volta la farina, il cacao e gli aromi premiscelati tra loro. Imburrare e spolverizzare di cacao uno stampo diam 18, versare il composto e cuocere in forno caldo a 180° per 30 minuti (facendo la prova stecchino). Quando è cotto aprire il forno e lasciare dentro il dolce 10 minuti, quindi prelevarlo, sformarlo e farlo raffreddare su una griglia, coperto da un telo.
Preparare la bagna portando a bollore acqua, zucchero e sciroppo di amarene, lasciar bollire qualche minuto poi spegnere e lasciar raffreddare.
Preparare una classica crema pasticcera montando i rossi con lo zucchero e aggiungendo poi la farina, l’aroma e infine il latte caldo. Cuocere a bagnomaria la crema finchè sarà rassodata e lasciarla raffreddare. Quando sarà del tutto fredda aggiungere i 200 ml di panna montata e riporre in frigo.
Tagliare in due dischi uguali il pds, bagnarlo bene, versare metà crema, distribuire le amarene in pezzi e finire con l’altra metà di crema.
Bagnare l’altro disco di pds prima internamente, sovrapponendolo quindi alla crema, poi esternamente.
Montare la panna per la decorazione, distribuirla su tutto il  dolce con la spatola.
Con del cioccolato fuso fare le decorazioni a zigzag, ricoprire i bordi con i riccioli di cioccoalto e con la panna rimasta fare i ciuffetti su cui poi posizionare le amarene (precedentemente asciugate)
Il dolce si può fare tutto prima e conservare in frigo, l’unica accortezza è posizionare le amarene di decorazione massimo 10-12 ore prima.

Con questa ricetta partecipo al contest del Molino Chiavazza

Annunci