Per l’impasto:

250 gr di farina antigrumi Molino Chiavazza
1 bustina di Lievito di birra Mastro Fornaio
10 gr zucchero
1 cucchiaino colmo di sale fino iodato Gemma
30 g burro
150 mi acqua tiepida

Per farcire:

50 gr Emmenthal grattugiato
40 gr di cipolla tagliata a rondelle fini
20 gr grana grattugiato miscelato con pecorino

Setacciare la farina e il lievito di birra in una terrina larga, al centro del mucchio praticare una buca e versare zucchero, sale,  e burro liquefatto intiepidito. Amalgamare il tutto con una forchetta, aggiungendo un po’ per volta l’acqua tiepida. Lavorare l’impasto sul piano di tavolo infarinato per 10 minuti, allargandolo con i pugni chiusi, riavvolgendolo e sbattendolo sul tavolo, fino al completo assorbimento del liquido. Rimettere l’impasto nella terrina infarinata, coprirlo con un canovaccio umido e metterlo a lievitare in un luogo tiepido, fino a quando il suo volume sarà raddoppiato (40 minuti circa).
Con un matterello stendere l’impasto ben lievitato in un rettangolo (35 x40 circa), spennellare la metà dell’impasto con dell’acqua e distribuirvi il formaggio grattugiato e la cipolla. Chiudere con l’altra metà e premere bene, poi tagliare, con l’aiuto di una rotella, strisce larghe circa 1,5 cm. Avvitare le strisce e passarle nel grana.
Cuocere per 15-18 minuti circa nella parte media del forno preriscaldato (elettrico e a gas: 200°C, ventilato: 170-180°C).