Un’idea innovativa si è trasformata in un prodotto originale capace di sorprendere un mercato dove sembrava non ci fosse più nulla da scoprire.

Non avrei saputo dirlo meglio! Onestamente trovo che il mercato degli snack salati sia davvero povero se confrontato con l’offerta di snack dolci, oltre alle patatine e poco altro, di sfizioso,  non c’è davvero molta scelta.
Ecco, i Grok colmano in maniera superba questo “vuoto”. Sono incredibili. Riuscire a cucinarli è difficile,  non per altro, la lotta è riuscire a sfilare il sacchetto dalle mani di chi li sta mangiando!!

Innanzi tutto sono molto accattivanti come forma, tondi e un po’ irregolari, cicciotti, piccoli.  Il sapore è sfiziosissimo, gustoso e croccante, originale ma allo stesso tempo piacevolmente familiare, non è solo gusto di parmigiano, non è come mangiarne un cubetto è di più, è croccante ma si scioglie in bocca. E trovo che la definizione iniziale sia realmente calzante.  Degna di chi ha potuto assaggiarli.
Inutile dire che sono perfetti come aperitivo, come snack, ma anche nelle zuppe, come fossero gustosissimi crostini!
Infatti messi nel brodo, nella minestra sono un’ottima alternativa al classico crostino di pane; si ammorbidiscono senza disfarsi e mantengono il loro gusto caratteristico.
Grazie alla piccola forma si adattano anche al finger food, usandoli come basi.
Sono rimasta davvero colpita dai Grok, riescono a far convivere un prodotto sano come il Grana Padano con quella voglia di qualcosa di sfizioso che solitamente si appaga con cose molto meno genuine.
Il commento condiviso in casa è stato: ” Se ne può avere un tir??”
Vada per il tir. Io per ora ne ho nascosto qualche sacchetto, non si sa mai!

Annunci