Sabato mattina è arrivato il pacco del Molino Rosignoli.
A differenza di altri prodotti che si possono provare immediatamente, questa volta ho avuto bisogno del week end per poter testare.
Il pacco conteneva un sacco di cose 🙂
2kg di farina per dolci e sfoglie
2kg di manitoba
2kg di farina per pizza
2 kg di farina per pasta e gnocchi
un grembiule
una penna
una brochure

Penna e grembiule sono sempre utili, la farina era da provare, quello che ha attirato la mia attenzione è stata la brochure.
A prima vista sembrava una normale pubblicità informativa sull’azienda, ma mentre leggevo mi sono accorta di un “dettaglio” importantissimo:  sotto ogni farina era riportato anche il W, la “forza” della farina.
Questa cosa mi ha veramente colpito tantissimo! Perchè sono pochissimi i molini che danno questa specifica che invece ho scoperto essere importantissima! (le stesse indicazioni si trovano anche sul loro sito)
Questo perchè un giorno vedevo un video di Luca Montersino che spiegava appunto di come lo stesso dolce, fatto con una farina con una forza troppo elevata, venisse gommoso, mentre con la farina giusta,  soffice ed elastico. Da allora ho cercato molte informazioni a riguardo e mi sono accorta che reperire il valore di W della farina, non è così facile.
E’ vero che sulle confezioni c’è l’indicazione dell’utilizzo consigliato (pizza, pasta ecc) ma io trovo comunque importante poter sapere la forza, perchè non sempre cucino qualcosa che ha una ricetta italiana e quindi magari non ho modo di sapere, a meno di usare la W, che forza deve avere la farina che devo usare.
Così ho deciso che volevo provare qualche ricetta che già conoscevo, ma usando la farina del Molino Rosignoli e vedere il risultato.
Complice l’invito a cena di amici sabato sera, non è stato difficile testare 😀
Ho preparato una focaccia farcita usando la  manitoba e gli gnocchi usando la farina per pasta fresca e gnocchi. La focaccia è’ rimasta particolarmente soffice all’ interno e croccante all’esterno, la manitoba è risultata adattissima allo scopo perchè sebbene da impastare richieda un po’ più sforzo di una farina con forza minore, il risultato poi è nettamente migliore;  gli gnocchi sono rimasti benissimo, sodi e compatti senza essere duri.
Già che c’ero ho fatto i cowboy cookies per la colazione e qui ero ancora in fase di sperimentazione della ricetta;  li avevo appena fatti ma dovevo apportare delle modifiche perchè i primi non avevano la giusta consistenza,  invece con la farina per dolci e sfoglie sono rimasti belli croccanti, anche il giorno dopo! 😀

Annunci